HOME

XIV Edizione

Finalisti - Vincitori

Programma

Serata Finale

Archivio

    Partners
         

PROGRAMMA        

 

     PROGRAMMA                                       

             [ Scarica Versione PDF ]

 

Giovedì 16 novembre

 PORTO SAN GIORGIO - Teatro comunale, ore 21.15

Anteprima del Premio

Dio odia le donne”

Incontro con
Giuliana Sgrena

In collaborazione con la Rassegna “Parlare futuro”


Sabato 18 novembre

MONTE VIDON CORRADO - Centro Studi “O. Licini”, ore 17.00

Inaugurazione della Mostra

“Fedeltà verso il vero. Incisori per Volponi”

Presentano:
Daniela Simoni, Enrico Capodaglio, Eugenio De Signoribus

In collaborazione con: Centro studi “O. Licini”, Associazione “La luna”, Rivista “Istmi”

Il Centro Studi Osvaldo Licini, a Monte Vidon Corrado, ospita una mostra dedicata ai legami, fervidi e stretti, tra Paolo Volponi e gli incisori. Fedeltà verso il vero, opere di autori decisivi, ad alcuni dei quali il narratore e poeta urbinate, molto sensibile alle esperienze artistiche dei maestri antichi e moderni, ha dedicato degli scritti: Luigi Bartolini, Arnaldo Battistoni, Renato Bruscaglia, Arnoldo Ciarrocchi, Mario Logli, Enrico Ricci, Edgardo Travaglini. In una seconda sezione compaiono le opere di artisti importanti, di generazione successiva: Alfredo Bartolomeoli, Antonio Battistini, Pascual Blanco, Agostino Cartuccia, Rossano Guerra, Sandro Pazzi, Riccardo Piccardoni, Athos Sanchini, Sandro Trotti, i quali hanno dedicato, a loro volta, opere grafiche al grande scrittore.

INAUGURAZIONE sabato 18 novembre 2017 - ore 17.00
APERTURA MOSTRA dal 18 novembre al 7 gennaio 2018
ORARI Sabato e domenica, dalle 16.00 alle 18.30
INFO tel. 0734 /759348 (interno 6)


Domenica 19 Novembre

PORTO SAN GIORGIO - Sala Castellani, ore 16.30

Presentazione del libro di Agata Turchetti

“Le Faglie della Memoria. La comunità di San Martino di Fiastra tra nostalgia del passato e volontà di futuro” (Micropress)

L’autrice ne discute con
Gianfranco Bucich (editorialista)


ALTIDONA - Teatro Comunale e Galleria “Sotto l’Arco”, ore 17.30

“Anima mundi ”
Inaugurazione della Mostra fotografica di
Giovanni Marrozzini

Intervengono: Pacifico D’Ercoli e Angelo Ferracuti

In collaborazione con Altidona Belvedere e la Fototeca provinciale di Fermo

Gran Via – Paraguay (2011)
La situazione dell’infanzia nella città di Asunción è a livelli critici a causa della povertà estrema; infatti molti bambini, spinti dalla fame, vengono coinvolti nella criminalità e nello spaccio di droga, ma anche nella prostituzione. Una droga molto diffusa e comune è detta ‘Cepi’ (Crack). Ha un effetto 10 volte più potente e immediato della cocaina, una scarica elettrica, una morsa di pochi secondi. A fumarla sono gli adolescenti, a volte bambini sotto gli undici anni. Dati ufficiali sul numero delle vittime non ce ne sono. Di certo si sa solo che, nata nelle favelas brasiliane, è diventata una droga comune che sta uccidendo migliaia di ragazzi.

Nouvelle Semence – Camerun 2010
Ad Akonolinga (Camerun) è nata la prima cooperativa agricola per rendere possibile un riscatto: poter vendere a prezzi equi i prodotti della propria terra e dare vita ad una forza solidale, laddove le difficoltà ambientali, lo sfruttamento, l’isolamento, hanno condizionato negativamente la vita di intere comunità. L’ autore ha scelto di fotografare i protagonisti di queste realtà attraverso l’interpretazione dei loro miti, leggende, credenze fantastiche e misteriose, superstizioni che si tramandano in foresta di padre in figlio, in cui la realtà e l'invenzione, il reale e il sacro si fondono e si confondono.

INAUGURAZIONE domenica 19 novembre, ore 17.30 - Teatro Comunale
ORGANIZZAZIONE
Altidona Belvedere, Fototeca Provinciale di Fermo
APERTURA MOSTRA
dal 19 novembre al 17 dicembre
ORARI
dal 21 novembre al 2 dicembre dalle 17 alle 20 (chiusura lunedì)
Successivamente, nei due sabati e domeniche di dicembre: dalle 17 alle 20
Apertura straordinaria
venerdì 8 dicembre, dalle 17 alle 20
INFO
altidonabelvedere@aruba.it - info@fototecafermo.it - tel. 3480331387


FERMO - Teatro Nuovo di Capodarco, ore 21.00

“Gramsci Antonio detto Nino”

 Spettacolo teatrale di Francesco Niccolini e Fabrizio Saccomanno
con
Fabrizio Saccomanno

In collaborazione con l’Istituto Gramsci Marche

...ero un combattente che non ha avuto fortuna nella lotta immediata, e i combattenti non possono e non devono essere compianti, quando essi hanno lottato non perché costretti, ma perché così hanno essi stessi voluto consapevolmente. [Antonio Gramsci]

Gramsci Antonio detto Nino racconta frammenti della vita di uno degli uomini più preziosi del Novecento. Vita assolutamente privata: sullo sfondo, e solo sullo sfondo, il tormentoso rapporto con il PCI e l'internazionale socialista, le incomprensioni con Togliatti e Stalin. E l'ombra di Benito Mussolini. In primo piano invece la feroce sofferenza di un uomo che il fascismo vuole spezzare scientificamente, che vive una disperata solitudine, e in dieci anni di prigionia, giorno dopo giorno, si spegne nel dolore e nell'assenza delle persone che ama: la moglie Julka, i figli Delio e Giuliano. Il primo lo ha visto piccolissimo, il secondo non lo ha nemmeno mai conosciuto.
Proprio le bellissime lettere ai suoi figli sono state il punto di partenza: tenerissime epistole a Delio e Giuliano, ai quali Gramsci scrive senza mai nominare il carcere e la sua condizioni fisica e psichica, dando il meglio di sé come uomo, genitore e pedagogo. Ma accanto a queste, le lettere di un figlio devoto a una madre anziana che lo aspetta in Sardegna e non capisce. Le lettere di un fratello. Di un marito. Il corpus delle lettere di Antonio Gramsci ai familiari è un capolavoro di umanità, etica, onestà spirituale e sofferenza, un romanzo nel romanzo, che apre a pensieri, dubbi, misteri che raccontare in teatro è avventura sorprendente.

PREMIO DELLA CRITICA ERMOCOLLE 2017 - XVI Palio Poetico Teatrale Musicale.
Podcast diretta su RadioRai3 per Materadio 2017 – 23 settembre 2017

collaborazione artistica Fabrizio Pugliese
consulenza scientifica Maria Luisa Righi, Fondazione Gramsci
con la collaborazione di Carcere di Turi (Bari) Festival Collinarea (Lari), L'arboreto - Teatro Dimora di Mondaino I cantieri dell'Immaginario - L'Aquila, Thalassia - Residenza Memoria migrante di Mesagne.


Giovedì 23 novembre

PEDASO - Biblioteca comunale BIMP, ore 21.00

“La lingua della foresta”

Proiezione e conversazione sugli Yanomami e l’Amazzonia
Angelo Ferracuti ne discute con
Loretta Emiri


Venerdì 24 novembre

MONTEGRANARO - PhilosofArte (C.so Matteotti 7), ore 21.00Sud
 

Presentazione del libro di Poesie di Tommaso Di Francesco

“Reificar” (Manni)

L’autore ne discute con Massimo Raffaeli (Critico letterario)


Domenica 26 novembre

PORTO SAN GIORGIO - Sala Imperatori, ore 18.00

Presentazione del libro di Emanuele Giordana

“Viaggio all’Eden. Da Milano a Kathmandu” (Laterza)

L’autore ne discute con Peppino Buondonno


Martedì 28 novembre

FERMO - Buc Machinery, ore 18.00

Inaugurazione della Mostra

“Gramsci e il ‘900”

A ottant’anni dalla sua morte, una mostra storico-biografica – curata dall’Istituto Gramsci Marche – ripercorre la vicenda e il ruolo di uno dei maggiori e più poliedrici pensatori del secolo scorso. Dirigente comunista, vittima del fascismo, interprete originale e innovativo del marxismo, Antonio Gramsci non ha solo segnato il suo secolo, ma ci lascia fondamentali chiavi di interpretazione della contemporaneità.

A cura dell’Istituto Gramsci Marche

INAUGURAZIONE martedì 28 novembre 2017 - ore 18.00
APERTURA MOSTRA dal 28 novembre al 7 dicembre
ORARI Lunedì - Venerdì 8.30 - 19.00 / Sabato 8.30 - 14.00
INFO tel. 0734 / 217098

***

FERMO - Buc Machinery, ore 18.00

Presentazione del libro di Giuseppe Lupo

“Gli anni del nostro incanto” (Marsilio)

L’autore ne discute con Angelo Ferracuti


Mercoledì 29 novembre

FERMO - Aula magna ITT “Montani”, ore 10.00

“Il romanzo e la fabbrica”

Lezione di
Giuseppe Lupo agli studenti delle scuole superiori


Giovedì 30 novembre

FERMO - Aula magna ITET “G. B. Carducci- G.Galilei”, ore 8.15

Presentazione del libro di Laura Tangherlini (Giornalista)

“Matrimonio siriano” (Infinito Edizioni)

Interviene l’autrice
In collaborazione con Tavolo della Legalità della provincia di Fermo


PORTO SAN GIORGIO - Teatro comunale, ore 21.15

Presentazione del libro di Tiziana Ferrario

“Orgoglio e pregiudizi” (Chiarelettere)

L’autrice ne discute con Andrea Braconi


Venerdì 1 dicembre

AMANDOLA - Sala consiliare, ore 21.00

“Natura cortese: tra Leopardi e Volponi”
Lettura scenica, testi di Giacomo Leopardi e Paolo Volponi

A cura di Davide Dapporto e Giacomo Maroni

Legge: Samantha Michela Capitoni

In collaborazione con AMAT


Sabato 2 dicembre

FERMO - Aula magna Liceo Scientifico “T. C. Onesti”, ore 10.30

Gli autori finalisti incontrano gli studenti

Coordina: Marco Filoni

Intervengono: Giosuè Calaciura, Matteo Nucci, Vitaliano Trevisan


sabato 2 dicembre

PORTO SAN GIORGIO - tEATRO COMUNALE
Ore 21,00

Serata finale

condotta da
Giorgio Zanchini

Elio De Capitani legge Volponi

vincitori/finalisti:
Giosuè Calaciura, Borgo vecchio (Sellerio)

Matteo Nucci, E' giusto obbedire alla notte (Ponte alle Grazie)
Vitaliano Trevisan, Works (Einaudi)

Premio “Premio “Mario Dondero” per l’impegno civile” a Letizia Battaglia
Premio “Opera Prima Stefano Tassinari” a Athos Zontini, per Orfanzia, (Bompiani)Premio “Cultura e Impresa” all' Associazione “Sibillini, segreti e sapori”

Musica dal vivo Marco Airaghi (tastiere), Maurizio Moscatelli (Sassofono)

 

 

         
         

[ PARTNERS ]